Sviluppo turismo sostenibile nell’ Oltrepo Pavese

Sviluppo turismo sostenibile nell’ Oltrepo Pavese

Sviluppo turismo sostenibile nell’ Oltrepo Pavese

Nella cittadina termale oltrepadana è stato attivato un progetto sperimentale di bike sharing nel comune termale, con dispositivi forniti ad importanti partner di In-Presa come la nota azienda di Sistemi informativi integrati per la mobilità Pluservice, oltre ai partner locali. Il servizio rientra in un progetto sperimentale che si inserisce nell’ambito del LiMIT4WeDA (Light Mobility and Information Technologies FOR Weak Demand Areas), all’interno del Programma MED 2007 di cui la Provincia di Pavia nè è partecipe. Il progetto è stato inaugurato sabato 12 gennaio alle ore 10.30 presso il Comune di Rivanazzano.

Scopo del progetto è aumentare, sostenere ed integrare il trasporto pubblico locale, stimolando le parti interessate, pubbliche e private, a considerare il problema della mobilità sostenibile, sia dal punto di vista economico che ambientale, nelle aree a domanda debole di trasporto.

La Provincia di Pavia ha così individuato un progetto pilota a Rivanazzano Terme che si basa sull’uso di nuove tecnologie, l’infomobilità e il bike sharing, un sistema di mobilità leggera. La realizzazione del progetto prevede l’installazione di una pensilina di design nel territorio di Rivanazzano Terme, dotata di una rastrelliera meccanica Evo Bike e della ricarica per le bike a pedalata assistita, oltre alla presenza di Monitor informativi con news ed informazioni su percorsi, turismo e mobilità.

Nella cittadina termale oltrepadana è stato attivato un progetto sperimentale di bike sharing nel comune termale, con dispositivi forniti ad importanti partner di In-Presa come la nota azienda di Sistemi informativi integrati per la mobilità Pluservice, oltre ai partner locali. Il servizio rientra in un progetto sperimentale che si inserisce nell’ambito del LiMIT4WeDA (Light Mobility and Information Technologies FOR Weak Demand Areas), all’interno del Programma MED 2007 di cui la Provincia di Pavia nè è partecipe. Il progetto è stato inaugurato sabato 12 gennaio alle ore 10.30 presso il Comune di Rivanazzano.

Scopo del progetto è aumentare, sostenere ed integrare il trasporto pubblico locale, stimolando le parti interessate, pubbliche e private, a considerare il problema della mobilità sostenibile, sia dal punto di vista economico che ambientale, nelle aree a domanda debole di trasporto.

La Provincia di Pavia ha così individuato un progetto pilota a Rivanazzano Terme che si basa sull’uso di nuove tecnologie, l’infomobilità e il bike sharing, un sistema di mobilità leggera. La realizzazione del progetto prevede l’installazione di una pensilina di design nel territorio di Rivanazzano Terme, dotata di una rastrelliera meccanica Evo Bike e della ricarica per le bike a pedalata assistita, oltre alla presenza di Monitor informativi con news ed informazioni su percorsi, turismo e mobilità.

Nella cittadina termale oltrepadana è stato attivato un progetto sperimentale di bike sharing nel comune termale, con dispositivi forniti ad importanti partner di In-Presa come la nota azienda di Sistemi informativi integrati per la mobilità Pluservice, oltre ai partner locali. Il servizio rientra in un progetto sperimentale che si inserisce nell’ambito del LiMIT4WeDA (Light Mobility and Information Technologies FOR Weak Demand Areas), all’interno del Programma MED 2007 di cui la Provincia di Pavia nè è partecipe. Il progetto è stato inaugurato sabato 12 gennaio alle ore 10.30 presso il Comune di Rivanazzano.

Scopo del progetto è aumentare, sostenere ed integrare il trasporto pubblico locale, stimolando le parti interessate, pubbliche e private, a considerare il problema della mobilità sostenibile, sia dal punto di vista economico che ambientale, nelle aree a domanda debole di trasporto.

La Provincia di Pavia ha così individuato un progetto pilota a Rivanazzano Terme che si basa sull’uso di nuove tecnologie, l’infomobilità e il bike sharing, un sistema di mobilità leggera. La realizzazione del progetto prevede l’installazione di una pensilina di design nel territorio di Rivanazzano Terme, dotata di una rastrelliera meccanica Evo Bike e della ricarica per le bike a pedalata assistita, oltre alla presenza di Monitor informativi con news ed informazioni su percorsi, turismo e mobilità.