Altri due Hub Unipol collegati alla rete di Fleet Sharing Company bolognese

Altri due Hub Unipol collegati alla rete di Fleet Sharing Company bolognese

Altri due Hub Unipol collegati alla rete di Fleet Sharing Company bolognese

Si amplia la rete di bike sharing elettrico privato Unipol di Bologna. l’importante sede di via Larga dove si staglia il noto grattacielo Unipol opera una inserimento importante di sistemi di ricarica e sosta di nuove ebike all’interno delle prestigiose strutture di design dedicate. Un iniziale installazione di 3 Evo bike per la flotta proprietaria più una barra dedicata alla ricarica di ebike private. 16 punti di ricarica completamente gestibili attraverso portachiavi e Card Rfid che permettono una rapida estrazione del mezzo per raggiungere attraverso la bella rete ciclabile il centro città e sopratutto le altre sedi Unipol. La rete di stazioni presenti su Bologna non è solo quindi un service gradito ai dipendenti per spostarsi in comodità verso la propria abitazione a fine turno o durante la pausa pranzo. Molto di più: il modello Bologna (ma anche presso le sedi di Firenze) permette anche una mobilità tra le sedi che, visti i livelli di traffico comunque presenti in una delle più importanti città del centro Italia, velocizza gli spostamenti tra le sedi senza necessità di ricorrere ad auto o mezzi pubblici.

Per questo motivo questo Sharing Company di Unipol può e deve essere certamente citato come un modello da seguire per le amministrazioni e per tutte le entità che si occupano di Mobilità. Un successo dato dall’aspetto di robustezza garantito dai prodotti in campo, dai sistemi di ricarica In-Presa alle EBike del partner FiVE srl che aggiungono inoltre all’intero successo anche il giusto livello di design che non può mancare per una realtà di prestigio come Unipol.

Le stazioni e la loro capacità di utilizzo diffuso si collocano quindi perfettamente all’interno della vision del complesso “Torre Unipol” , complesso costruito con grande attenzione alla sostenibilità ecologica, tanto da aver ottenuto il livello “Oro” nella certificazione LEED – Leadership in Energy and Environmental Design.

Ulteriore riprova la contestuale installazione di altre due barre EVO, una per 4 punti di ricarica con relative EBike l’altra per 4 punti di ricarica Shucko.

Si amplia la rete di bike sharing elettrico privato Unipol di Bologna. l’importante sede di via Larga dove si staglia il noto grattacielo Unipol opera una inserimento importante di sistemi di ricarica e sosta di nuove ebike all’interno delle prestigiose strutture di design dedicate. Un iniziale installazione di 3 Evo bike per la flotta proprietaria più una barra dedicata alla ricarica di ebike private. 16 punti di ricarica completamente gestibili attraverso portachiavi e Card Rfid che permettono una rapida estrazione del mezzo per raggiungere attraverso la bella rete ciclabile il centro città e sopratutto le altre sedi Unipol. La rete di stazioni presenti su Bologna non è solo quindi un service gradito ai dipendenti per spostarsi in comodità verso la propria abitazione a fine turno o durante la pausa pranzo. Molto di più: il modello Bologna (ma anche presso le sedi di Firenze) permette anche una mobilità tra le sedi che, visti i livelli di traffico comunque presenti in una delle più importanti città del centro Italia, velocizza gli spostamenti tra le sedi senza necessità di ricorrere ad auto o mezzi pubblici.

Per questo motivo questo Sharing Company di Unipol può e deve essere certamente citato come un modello da seguire per le amministrazioni e per tutte le entità che si occupano di Mobilità. Un successo dato dall’aspetto di robustezza garantito dai prodotti in campo, dai sistemi di ricarica In-Presa alle EBike del partner FiVE srl che aggiungono inoltre all’intero successo anche il giusto livello di design che non può mancare per una realtà di prestigio come Unipol.

Le stazioni e la loro capacità di utilizzo diffuso si collocano quindi perfettamente all’interno della vision del complesso “Torre Unipol” , complesso costruito con grande attenzione alla sostenibilità ecologica, tanto da aver ottenuto il livello “Oro” nella certificazione LEED – Leadership in Energy and Environmental Design.

Ulteriore riprova la contestuale installazione di altre due barre EVO, una per 4 punti di ricarica con relative EBike l’altra per 4 punti di ricarica Shucko.

Si amplia la rete di bike sharing elettrico privato Unipol di Bologna. l’importante sede di via Larga dove si staglia il noto grattacielo Unipol opera una inserimento importante di sistemi di ricarica e sosta di nuove ebike all’interno delle prestigiose strutture di design dedicate. Un iniziale installazione di 3 Evo bike per la flotta proprietaria più una barra dedicata alla ricarica di ebike private. 16 punti di ricarica completamente gestibili attraverso portachiavi e Card Rfid che permettono una rapida estrazione del mezzo per raggiungere attraverso la bella rete ciclabile il centro città e sopratutto le altre sedi Unipol. La rete di stazioni presenti su Bologna non è solo quindi un service gradito ai dipendenti per spostarsi in comodità verso la propria abitazione a fine turno o durante la pausa pranzo. Molto di più: il modello Bologna (ma anche presso le sedi di Firenze) permette anche una mobilità tra le sedi che, visti i livelli di traffico comunque presenti in una delle più importanti città del centro Italia, velocizza gli spostamenti tra le sedi senza necessità di ricorrere ad auto o mezzi pubblici.

Per questo motivo questo Sharing Company di Unipol può e deve essere certamente citato come un modello da seguire per le amministrazioni e per tutte le entità che si occupano di Mobilità. Un successo dato dall’aspetto di robustezza garantito dai prodotti in campo, dai sistemi di ricarica In-Presa alle EBike del partner FiVE srl che aggiungono inoltre all’intero successo anche il giusto livello di design che non può mancare per una realtà di prestigio come Unipol.

Le stazioni e la loro capacità di utilizzo diffuso si collocano quindi perfettamente all’interno della vision del complesso “Torre Unipol” , complesso costruito con grande attenzione alla sostenibilità ecologica, tanto da aver ottenuto il livello “Oro” nella certificazione LEED – Leadership in Energy and Environmental Design.

Ulteriore riprova la contestuale installazione di altre due barre EVO, una per 4 punti di ricarica con relative EBike l’altra per 4 punti di ricarica Shucko.